Molti non sanno è che Gesù è ritenuto una figura importante nell'Islam.  Allora ecco sei cose da conoscere sul ruolo di Gesù - e di sua madre,  Maria - nell'Islam e che ci danno un’idea più chiara di cosa ne pensino i  musulmani del “Figlio di Maria”: Gesù, Maria e l'angelo Gabriele sono tutti nel Corano (così come  Adamo, Noè, Abramo, Mosè e un gruppo di altri personaggi  biblici). 

I musulmani credono che Gesù (chiamato "Isa" in arabo) era un profeta di Dio, è nato da una vergine (Maria), e tornerà sulla terra prima del giorno del giudizio per ristabilire la giustizia e per sconfiggere al-Masih ad-Dajjal ("il falso messia"), noto anche come l'Anticristo. Tutto questo può sembrare abbastanza familiare  a molti cristiani. Maria (chiamata "Maryam" in arabo) ha un intero capitolo del  Corano per lei - l'unico capitolo del Corano chiamato col nome di  una figura femminile. Infatti, Maria è l'unica donna ad essere  menzionata per nome in tutto il Corano: come si nota nel libro The  Study Quran, "altre figure femminili sono identificate solo dalla  loro relazione con altre, come la moglie di Adamo e la madre di  Mosè, o dal loro titolo, come la Regina di Saba". Maria è  menzionata più volte nel Corano che in tutto il Nuovo Testamento.Come fanno con tutti gli altri profeti, compreso Maometto, i  musulmani recitano: "La pace sia su di lui" ogni volta che si  riferiscono a Gesù. I musulmani credono che Gesù abbia fatto miracoli: il Corano  discute diversi miracoli di Gesù, tra cui dare la vista ai non vedenti, guarire i lebbrosi, risuscitare i morti e dare vita a degli uccelli di  argilla. La storia della nascita di Gesù raccontata nel Corano è anche la storia del suo primo miracolo, quando parlò da bambino nella culla e si dichiarò profeta di Dio. Ecco la storia: 16. Ricorda Maria nel Libro, quando si  allontanò dalla sua famiglia, in un luogo ad oriente. 17. Tese una cortina tra sé e gli altri. Le  inviammo il Nostro Spirito* che assunse le  sembianze di un uomo perfetto.*[“il Nostro Spirito”: l'angelo Gabriele (pace su di lui)] 18. Disse [Maria]: “Mi rifugio contro di te  presso il Compassionevole, se sei [di Lui] timorato!”. 19. Rispose: “Non sono altro che un  messaggero del tuo Signore, per darti un figlio  puro”. 20. Disse: “Come potrei avere un figlio, ché mai un uomo mi ha toccata e non sono certo una libertina?”. 21. Rispose: “È così. Il tuo Signore ha detto:  "Ciò è facile per Me... Faremo di lui un segno  per le genti e una misericordia da parte Nostra. È cosa stabilita"”. 22. Lo concepì e, in quello stato, si ritirò in un  luogo lontano.23. I dolori del parto la condussero presso il  tronco di una palma. Diceva: “Me disgraziata!  Fossi morta prima di ciò e fossi già del tutto  dimenticata!”. 24. Fu chiamata da sotto: “Non ti affliggere,  ché certo il tuo Signore ha posto un ruscello ai  tuoi piedi; 25. scuoti il tronco della palma: lascerà cadere  su di te datteri freschi e maturi. 26. Mangia, bevi e rinfrancati. Se poi  incontrerai qualcuno, di': "Ho fatto un voto al 

Compassionevole e oggi non parlerò a  nessuno"”. 27. Tornò dai suoi portando [il bambino].  Dissero: “O Maria, hai commesso un abominio! 28. O sorella di Aronne, tuo padre non era un  empio, né tua madre una libertina”. 29. Maria indicò loro [il bambino]. Dissero:  “Come potremmo parlare con un infante nella  culla?”, 30. [Ma Gesù] disse: “In verità, sono un servo di Allah. Mi ha dato la Scrittura e ha fatto di me  un profeta. 31. Mi ha benedetto ovunque sia e mi ha  imposto l'orazione e la decima finché avrò vita, 32. e la bontà verso colei che mi ha generato.  Non mi ha fatto né violento, né miserabile. 33. Pace su di me, il giorno in cui sono nato, il  giorno in cui morrò e il Giorno in cui sarò  resuscitato a nuova vita”. (Dalla Sura XIX. Maryam (Maria)) Così, sebbene i musulmani non credano che Gesù sia il figlio di Dio - una distinzione criticamente importante tra la visione musulmana e cristiana  di lui - i musulmani venerano Gesù come un profeta importante. Da notare infine che molte notizie raccontate nel Corano su Gesù sono  state riprese da alcuni vangeli apocrifi (falsi storici dei quali se ne parlerà  in seguito e in dad). Ciò dimostra che Maometto avesse una buona conoscenza di tali vangeli che sono ritenuti oggi appunto come dicevo prima dei falsi storici.