Come far lavorare i docenti e gli alunni con Google Presentazione e Documenti.


1. Il primo passo è creare un account Google Creare un Account Google – Guida di Account Googlehttps://support.google.com/accounts/answer/27441?hl=it nel quale compare, a tendina, Presentazioni.

Per quanto possibile fare utilizzare account Google unico per tutta la classe. Dall'account unico è possibile utilizzare Drive: eventualmente creare cartelle rinominandola secondo l'argomento da trattare. 

Dopo aver fatto il Login con l'account Google, cliccare sulle applicazioni:

In seguito, si può entrare o su Drive, su Presentazione o su Documenti. 

Dopo il caricamento, la presentazione originale non viene annullata e su Google drive si visualizzano entrambe le presentazioni: quella originaria e quella aperta con Google Presentazioni o Documenti.


Per cominciare una presentazione è necessario scegliere un tema, il layout e un titolo. Anche dopo la scelta del tema, ogni slide può cambiare il colore o addirittura avere un’immagine-sfondo scelta sul web. Il numero delle slide e il layout può essere deciso anche durante il lavoro.Oltre al testo scritto si possono aggiungere immagini caricate dal pc, da una chiavetta Usb, da Web, da Google drive. Ogni testo e immagine è modificabile a piacimento.L’aggiunta di video, forme e grafici è piuttosto semplice.Interessante la funzione: “note del relatore” con cui si tiene traccia del lavoro svolto.La diapositiva cambia posizione con un click, trascinandola nel punto desiderato, eliminandola o duplicandola.Un’apposita barra degli degli strumenti aumenta la versatilità di questa applicazione permettendo:

  • l’annullamento o la ripetizione delle ultime modifiche apportate e la stampa delle stesse;
  • l’inserimento di grafici e tabelle con bordi scelti a piacere;
  • la formattazione del testo in grassetto, corsivo o sottolineato oppure il cambio del colore del carattere o dell’evidenziazione;
  • l’inserimento di link che riportino ad approfondimenti e video;
  • la sostituzione delle immagini.

2. E’ possibile condividere la propria presentazione con persone specifiche, attraverso uno o più indirizzi e-mail, ma è assolutamente necessario, nel passo successivo, scegliere la modalità di condivisione, cioè, cosa vogliamo possa fare chi condivide con noi il lavoro, il quale riceverà un link al file o alla cartella.Ci sono 3 possibilità:

  • potrebbe modificare i contenuti;
  • soltanto commentarli;
  • soltanto visualizzarli.

La scelta sarà guidata dal tipo di attività. Durante il processo di condivisione si può inviare al destinatario una nota che aiuti a discriminare il tipo di lavoro e di scelte. Allo stesso modo, la condivisione può essere annullata.

3. Ogni slide può essere animata con movimenti in entrata, in uscita, per rendere più dinamica la presentazione; ma non solo. Ogni testo e immagine può essere animata rendendo il lavoro più ricco e articolato. Ogni animazione ha un tempo di movimento scelto a piacimento come anche la possibilità di selezionare il tipo di movimento: al click, dopo quello precedente, insieme a quello precedente.

4. Dalla postazione "pc" del docente e con l'account unico dato a tutta la classe, è possibile controllare contemporaneamente tutti i lavori. Nelle note dei lavori dei ragazzi inserire gli eventuali suggerimenti di modifica.